Abbiamo deciso di stipulare un’assicurazione casa a tutela della propria abitazione.

La prima difficoltà che molti riscontrano è nel momento in cui l’assicuratore ci chiede il valore della nostra abitazione (ricordiamo che il discorso si può estendere anche per l’assicurazione casa in affitto).

Aver ben chiaro come assicurare la casa in modo corretto è fondamentale per evitare pericolose scoperture in caso di sinistro.

Vediamo allora di fare un po’ di chiarezza su come assicurare casa in modo corretto per evitare spiacevoli sorprese in tema di assicurazione casa e famiglia.

Con il termine Valore si intende il prezzo dei beni che vogliamo assicurare.

Parliamo di “valori assicurati” solo nelle sezioni “incendio” e “furto”.

Per approfondire com’è composta un’assicurazione casa vi rimandiamo a: Cosa copre l’assicurazione casa?

Assicurazione casa valori e massimali
Assicurazione abitazione privata

Premettiamo che nell’assicurazione casa esistono due modi per assicurare i nostri beni: primo rischio assoluto e valore intero

banner-Kodo

1. Copertura dei beni a valore intero

Assicurazione casa abitazione

Ricordiamo che la sezione Incendio, oltre che assicurare le quattro mura domestiche (fabbricato), può coprire anche il contenuto dello stesso, se appositamente richiamato in polizza.

In un’ assicurazione casa che copre i beni a valore intero:

  • alla voce fabbricato va indicato l’intero valore del fabbricato, inteso come il mero costo di ricostruzione a nuovo senza considerare il valore del terreno.

    Ovvero, “quanti soldi dovrei pagare ad un’impresa se domani dovesse ricostruire interamente la mia casa rifacendola uguale a com’è adesso”?

    Da non confondere (come troppo spesso succede) con il “valore commerciale dell’abitazione”, che comprende anche valore del terreno, posizione dell’abitazione ecc.

    Ovviamente il valore cambia in base alla tipologia di costruzione, agli impianti installati e alle finiture del fabbricato; mediamente si parla di 300/400 euro al metro cubo.

  • alla voce contenuto va indicato l’importo necessario per ricomprare TUTTI i nostri beni in caso di danno.

    Ovvero: quanto spenderei se domani dovessi riacquistare nuovamente gli stessi beni che sono contenuti all’interno (la stessa cucina, lo stesso divano, gli stessi armadi ecc….)

Cosa succede, in caso di sinistro, se non ho correttamente definito questi parametri?

Se il valore dichiarato in polizza è superiore al valore reale dei beni, parliamo in questo caso di “SOVRASSICURAZIONE”sto pagando la mia polizza di più di quello che dovrei.

Al contrario, se il valore dichiarato in polizza è invece inferiore al valore reale dei beni, parliamo in questo caso di “SOTTOASSICURAZIONE”: rischio in questo caso che il danno (piccolo o grande che sia) non mi venga liquidato interamente, ma in proporzione alla differenza tra il valore dichiarato e il valore reale dei beni.

Si applica cioè quanto disposto dall’art. 1907 del Codice Civile, la c.d. regola proporzionale.

Va da sé, che qualora ci fosse una rilevante “sottoassicurazione”, in caso di sinistro, l’indennizzo potrebbe essere notevolmente inferiore al danno realmente subito.

Assicurazione casa copertura beni a valore intero
Assicurazione a valore intero esempio (i prezzi delle polizze sono ipotetici)

2. Copertura dei beni a primo rischio assoluto

In un’assicurazione per la casa che copre a primo rischio assoluto non è più importante indicare il corretto valore dei beni da assicurare, ma va semplicemente indicato quello che riteniamo possa essere l’importo del massimo danno che potremmo subire in caso di evento dannoso.

Generalmente il primo rischio assoluto lo ritroviamo nella sezione furto: è infatti alquanto improbabile che in caso di furto veniamo derubati dell’intero contenuto.

In caso di sinistro, l’assicurazione risponderà interamente del danno, ma fino al massimo del valore indicato in polizza.

Proviamo a comprendere meglio con uno schema l’assicurazione primo rischio assoluto:

Assicurazione a primo rischio assoluto esempio
Assicurazione a primo rischio assoluto esempio (i prezzi delle polizze sono ipotetici)

Sezione Responsabilità Civile (R.C.)

Per quanto riguarda la sezione di responsabilità civile, anch’essa una garanzia richiamabile in polizza, non parliamo di “valore assicurato” ma più correttamente di “massimale assicurato” e per tale si intende la massima somma che l’assicurazione si obbliga a risarcire in caso di danno a terzi.

C’è da dire che, in ambito di responsabilità civile, anche se limitata alla vita privata della famiglia, non vi è un massimale che si possa con tranquillità definire adeguato.

Anche se può sembrare lontano dalla realtà, anche facendo delle normali attività ricreative o di svago possiamo cagionare grossi danni a terzi.

Assicurazione casa RC danno a terzi
La mia assicurazione casa

Vi rimandiamo ancora a Cosa copre l’assicurazione per la casa?” per approfondimenti.

Nei limiti di quanto concesso dal mercato assicurativo, è opportuno pertanto optare sempre per “massimali” più elevati possibile.

Va da sé che, qualora il massimale assicurato dovesse essere inferiore alla richiesta di risarcimento del terzo, la differenza rimarrebbe a carico dell’assicurato.

Non è comunque consigliato un massimale inferiore a 1.500.000 di euro.

Con questo articolo si è cercato di comprendere come definire il capitale assicurato in una polizza casa.

Se hai letto l’articolo significa che sei interessato a come funziona un’ assicurazione casa. Se sei intenzionato a sottoscriverne una ti invitiamo ad aderire al nostro gruppo d’acquisto.

Se poi sei in cerca della migliore assicurazione casa possibile, noi di GIDASS abbiamo messo a punto un metodo che ci permetterà di avere sempre il giusto prezzo per la migliore assicurazione casa e animali domestici.

Gruppo italiano d'acquisto assicurativo

Il METODO GIDASS unisce la forza delle persone riunite in un gruppo d’acquisto di assicurazioni alla trasparenza resa possibile con il GiData.

 Scopri il metodo e partecipa, gratuitamente e senza impegno ai gruppi d’acquisto di assicurazioni attivi.

©2020 GIDASS – Gruppo Italiano D’acquisto ASSicurativo –  Via Galileo Galilei, 1 – 31057 – Silea (TV) – Tel. 0422.469756 – info@gidass.it – C.F. 94158250269 – Privacy policy –  Cookie policy