In questo articolo di approfondimento parleremo di una delle razze canine più forti ed energiche: il Rottweiler.

Il rottweiler rientra nella categoria dei molossoidi taglia media. La famiglia dei molossoidi comprende le razze canine dotate di adeguata forza e resistenza per aiutare l’uomo nei compiti più ostici. Oltre al Rottweiler, fanno parte di questa famiglia anche altri cani molto diffusi come: il mastino napoletano, l’alano, il dogue de Bordeaux, il bulldog francese, il bulldog inglese, ecc.

La curiosità che contraddistingue il Rottweiler dagli altri molossoidi è che questa razza non sbava. Questa peculiarità, unita al pelo corto e alle dimensioni medie, lo rende un cane tutto sommato adatto alla vita di appartamento (con adeguate passeggiate all’aria aperta).

Rottweiler CARATTERISTICHE

È un cane dalla corporatura muscolosa e robusta, ed è dotato di un morso molto potente.

L’altezza ideale per un rottweiler maschio è compresa tra 61 – 68 cm, invece quella per i rottweiler femmina è compresa tra 56 – 63 cm; il peso ideale invece è di 50 kg per i maschi e 42 kg per le femmine.

Il pelo è corto e duro, di colore nero focato, ed è dotato anche di sottopelo.

banner-Kodo

Rottweiler CARATTERE

Il rottweiller ha un carattere tranquillo ed obbediente ed è molto protettivo verso il padrone. Questa indole protettiva spicca soprattutto quando il cane avverte una minaccia verso le persone cui è affezionato: per questo motivo è nato il luogo comune che li considera una delle razze di cani pericolosi. Non bisogna in alcun modo incentivarne l’aggressività e, diversamente da quanto si crede, si tratta di un ottimo cane da compagnia, adatto anche ai più piccoli.

È un cane che cerca spesso le attenzioni del proprietario, va infatti amato e curato affinché possa socializzare senza problemi con persone di tutte le età, ma soprattutto con altri cani.

Si tratta di un cane energico, è quindi consigliabile fargli fare almeno 3 passeggiate al giorno.

cane rottweiler

Rottweiler gigante

Rottweiler PROVENIENZA

La storia dei rottweiler inizia dai molossoidi allevati dai romani, che si incrociarono con le altre razze presenti nella città di Rottweil, nella Germania sudoccidentale.

I cani rottweiler, come li conosciamo oggi, sono stati selezionati nel XIX secolo a partire dai Bullenbeisser (conosciuti anche come “vecchio mastino tedesco”), una tipologia di cani utilizzati principalmente per compiti quali la conduzione delle mandrie, la custodia e la guardia ai magazzini.

A partire dal XX secolo, ci fu una rapida diffusione dei rottweiler, soprattutto in Europa.

Negli Stati Uniti invece, il rottweiler, non ebbe molto successo come razza di cane e rischiò l’estinzione pochi anni dopo l’introduzione.

rotwailer, statua in bronzo

Il monumento alla razza a Rottweil, la città di provenienza del Rottweiler

Rottweiler CUCCIOLO

La femmina di rottweiler può partorire anche 12 rottweiler cuccioli e la gravidanza dura mediamente 60-63 giorni. 

Nelle settimane successive alla nascita, il rottweiler cucciolo è totalmente dipendente dalla madre, in quanto sordo e cieco.

È consigliabile iniziare l’addestramento del cane rottweiler a pochi mesi dalla nascita e prima dell’età adulta (che viene raggiunta tra l’8° ed il 12° mese) in quanto l’apprendimento dei vari comandi in giovane età è più semplice.

cucciolo rottweiler

Rottweiler cane

Rottweiler PREZZO

Per un rottweiler cucciolo prezzo senza pedigree varia dai 200 ai 300 euro. Invece il prezzo per un rottweiler cucciolo con pedigree varia dai 600 ai 1000 euro. 

Rottweiler REGALO

Non è impossibile trovare anche cuccioli rottweiler in regalo. La ricerca non sarà tuttavia semplice, data la crescente popolarità del rottweiler. Un buon allevatore rottweiler, consiglia comunque per un rottweiler in regalo di orientarsi su cuccioli con pochi mesi e su un rottweiler femmina carattere più mansueto, in quanto più facili da controllare e da addomesticare.

immagini rottweiler

rottweiler cucciolo

Rottweiler POSSIBILI MALATTIE

Il rottweiler è un cane che gode generalmente di buona salute, ma è comunque suscettibile ad alcune malattie.

Ecco le più frequenti:

Displasia dell’anca 

Si tratta di una anomalia della formazione dovuta alla mancata congruenza tra la testa del femore e la cavità articolare dell’anca. La causa principale della displasia dell’anca è di tipo genetico.

È una patologia comune ai cani di grossa taglia, infatti le razze più esposte, oltre al Rottweiller, sono: Terranova, Setter inglese, S. Bernardo, Pastore Tedesco, Pastore Maremmano Abruzzese, Mastino Napoletano, Bernese, Border Collie, Boxer, Cane Corso, Dogue de Bordeaux, Labrador, Golden Retriever.

  • Come prevenire o notare la displasia dell’anca

    • prima di prendere un cucciolo è bene controllare che i genitori, ancora meglio i nonni, siano esenti da displasia. Questo controllo è possibile chiedendo i certificati degli esami condotti;

    • i primi controlli preventivi possono essere effettuati intorno ai 12 mesi del cucciolo, una volta raggiunta la maturità scheletrica;

    • bisogna fare attenzione ad eventuale zoppicatura o andatura ondeggiante, diminuzione dell’attività, difficoltà ad alzarsi, a sdraiarsi o a salire le scale;

  • Come viene diagnosticata la displasia dell’anca

    • per diagnosticare che il rottweiler è affetto da displasia è necessario effettuare delle radiografie specifiche, che vengono effettuate con anestesia generale o sedazione profonda.

  • Come si cura la displasia dell’anca

    • La displasia dell’anca si cura principalmente tramite intervento chirurgico. Ci sono diverse tipologie di intervento ma in ogni caso il periodo di recupero è abbastanza lungo e le spese sono consistenti.

    • Una possibile terapia medica consiste nel sottoporre il rottweiler a sedute di fisioterapia e massaggi, o, ancora meglio, attività di nuoto. È consigliato anche l’impiego di integratori nutrizionali per aiutare la riparazione della cartilagine.

Banner-tutti

Displasia del gomito

Si tratta di una patologia che colpisce principalmente i cani di taglia media, grande e gigante. È una patologia che si presenta tra il 4° e l’ 8° mese, quindi ancora durante la crescita. Si tratta infatti di un problema di crescita asincrona di radio ed ulna che determina una incongruenza articolare con conseguenti traumi che causano alterazione della postura e zoppicamento.

  •  Cause della displasia del gomito

    • crescita rapida

    • alimentazione

    • squilibrio ormonale.

  •  Come notare la displasia del gomito

    • la displasia del gomito si può notare già all’età di 4-6 mesi se è presente una postura non corretta o se si nota una rigidità o dolore nella flessione.

  • Come si diagnostica la displasia del gomito

    • la diagnosi si effettua tramite palpazione dell’articolazione ed esame radiografico.

  • Come si cura la displasia al gomito

    • nelle forme lievi e nei cani adulti si preferisce generalmente non intervenire, l’alternativa è un intervento chirurgico di esportazione di parte dell’osso.

Leishmaniosi

si tratta di una malattia veicolata dalla puntura del Phlebotomus papatas, insetto simile alla zanzara meglio conosciuto come “pappatacio”, che può infettare il nostro rottweiler con dei parassiti. Ci sono diverse fasi della malattia e potrebbe passare molto tempo dalla puntura al manifestarsi dei sintomi, rimane comunque una malattia piuttosto grave e l’evoluzione dipenderà molto dal sistema immunitario del cane.

Nella fase latente della malattia i parassiti rimangono localizzati nelle cellule e si riproducono; la fase acuta inizia quando i parassiti fanno scoppiare le cellule ed entrano in circolazione invadendo i tessuti di fegato, milza, midollo spinale, pelle e linfonodi.

  • Come notare la Leishmaniosi

    • la malattia presenta i seguenti sintomi, che non sempre si presentano tutti contemporaneamente:

      • dermatite esfoliativa, tipo forfora;

      • perdita di peso in modo rapido;

      • perdita di pelo intorno agli occhi, sulle zampe e sul dorso;

      • lesioni alle orecchie con perdita di pelo ed il manifestarsi di ulcere sanguinolente;

      • epitassi, ossia perdita di sangue dal naso dovuta a ulcere nella mucosa orale, in cui sono presenti i parassiti;

      • onicogrifosi, ossia crescita accelerata delle unghie;

      • dolori articolari, compreso il mal di schiena;

      • lesioni oculari;

      • possono inoltre comparire i seguenti sintomi: polidipsia, poliuria, anoressia, vomito, diarrea, ulcere orali.

  • Come viene diagnosticata la Leishmaniosi

    • la diagnosi viene effettuata tramite gli esami del sangue, dell’urina, su prelievi citologici di linfonodi, midollo osseo e milza.

  •  Come si cura la Leishmaniosi

    • la terapia è principalmente di tipo farmacologico e ci sono continue evoluzioni sui farmaci da somministrare. Per prevenire il contrarre della malattia è altamente consigliato eseguire la profilassi rivolta alla protezione dagli insetti tramite l’applicazione sull’animale di prodotti repellenti tipo collari, spray o fiale spot-on da applicare sulla cute.

Si tratta di malattie che necessitano di un consulto specialistico, e nella peggiore delle ipotesi potrebbero richiedere l’intervento di un’operazione chirurgica.  Per non trovarsi impreparati in queste spiacevoli situazioni (il dover scegliere se effettuare o meno un intervento costoso oppure rimandare per via dell’elevato costo) abbiamo aperto un gruppo d’acquisto per ottenere una polizza spese veterinarie che, al fronte di un piccolo contributo annuale, ci rimborsi le spese sostenute a seguito di infortunio o malattia del nostro amico a quattro zampe.

Con il nostro gruppo d’acquisto volevamo ottenere la migliore polizza sanitaria cane al giusto prezzo sul mercato, ma abbiamo ottenuto ancora di più.

Ecco perché la nostra polizza è la migliore scelta:

  • probabilmente la miglior polizza sanitaria cane sul mercato come rapporto qualità prezzo. Tra le altre cose:

    • la polizza non fa distinzione per razza, taglia o età;

    • prevede un’ampia età assicurabile;

    • prevede formule per risparmiare nel caso si assicuri più di un cane.

  • oltre alla qualità di un contratto scritto da zero tenendo come traccia i punti di vista e le esperienze della comunità, il metodo GIDASS consente di monitorare giorno per giorno l’andamento della polizza e la soddisfazione dei membri, dati che fino ad oggi sono sempre stati inediti;

  • inoltre, avrai il pieno supporto della comunità che ti assisterà nei problemi che potrebbero incorrere, ma anche per condividere dati e per avere un confronto.

Gruppo italiano d'acquisto assicurativo

Il METODO GIDASS unisce la forza delle persone riunite in un gruppo d’acquisto di assicurazioni alla trasparenza resa possibile con il GiData.

Scopri il metodo e partecipa, gratuitamente e senza impegno ai gruppi d’acquisto di assicurazioni attivi.

©2020 GIDASS – Gruppo Italiano D’acquisto ASSicurativo –  Via Galileo Galilei, 1 – 31057 – Silea (TV) – Tel. 0422.469756 – info@gidass.it – C.F. 94158250269 – Privacy policy –  Cookie policy